Il diacono Matteo sarà disponibile ogni Lunedì sera, a partire dal 3/10,

per benedire le case e incontrare i malati previo appuntamento,  tenendo conto che non si potranno visitare più di due case a sera.

Per gli appuntamenti rivolgersi presso l’ufficio parrocchiale od in sacrestia, tra una Messa e l’altra.

Dal 28 agosto al 18 settembre anche la parrocchia di Mappano aderisce alla colletta nazionale proposta dalla CEI.

Puoi donare il tuo contributo 

  • a Don Antonio
  • in ufficio parrocchiale

Il tutto sarà consegnato alla CARITAS ITALIANA

Per ulteriori informazioni, si può visitare la pagina web della Diocesi cliccando qui

Logo_mappanoDa venerdì 15 a martedì 19 Luglio si svolge a Mappano la Festa Patronale dedicata a Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù.

Ogni sera, da lunedì 11 luglio, alle ore 20,30,  nel Santuario (Via Parrocchia) ci sarà la recita del Santo Rosario e a seguire la celebrazione della S.Messa.

Domenica 17 luglio, la S. Messa delle ore 9,00 verrà celebrata nel Santuario; da lì, alle ore 10,15 circa, partirà la processione con la statua della Madonna per le vie di Mappano, con destinazione piazza Giovanni Paolo II, dove alle ore 11,00 sarà celebrata la S.Messa.

Guarda le immagini della processione qui

 

Il saluto del parroco

La festa 2016 è arricchita dalla riapertura del nostro bel Santuario dedicato a “Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù”, nostra patrona e da cui anche quest’anno partirà la processione del 17 luglio.

Perché la “festa patronale”? E perché di “Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù”?

La festa ci propone una realtà che nel tempo della globalizzazione rischia di esserci negata. Vogliamo essere una comunità viva che si incontra, fa festa, si riconosce come popolo.

Le numerose novità elettroniche, pur facilitando i contatti a livello mondiale, rischiano di isolarci dal contatto diretto con l’altro: abbiamo bisogno di riscoprire lo stare insieme anche fisicamente. Ma sopratutto è il titolo della festa a dire qualcosa di molto bello:  “Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù”.

C’è di mezzo una amore grande: quello di una Madre per suo Figlio. E c’è di mezzo l’amore di un Figlio che chiede a sua Madre di essere la Madre di tutti noi.
Pensiamo a quel drammatico e meraviglioso momento in cui Gesù, guardando dall’alto della croce Giovanni, gli dice: “Ecco tua madre”.

Il cuore i Gesù non vuole fermarsi e Maria accoglie l’invito a rivelare a tutti i palpiti d’amore di chi ha donato la sua vita per noi, senza distinzioni o limiti.
La festa patronale dunque è un richiamo a rendere visibile l’amicizia e il rispetto reciproco che deve unire gli uni agli altri.

Rivolgo un caldo invito a vivere questa festa impegnandoci a riscoprire le ragioni del nostro essere comunità.

Buona Festa Patronale

Don Antonio